Discussione:
Centenario: "Giorno Più Nero Per L'Esercito Tedesco"
(troppo vecchio per rispondere)
D***@teikyopost.edu
2018-08-02 16:53:19 UTC
Permalink
Ricordiamoci la generazione europea che avrebbe avuto un grande
ruolo per l'espansione della Socialdemocrazia in Europa e nel
Mondo--la generazione che fu usate come carne da cannone e
mitraglia da militaristi spericolati e irresponsabili

https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Amiens_(1918)
=================

Da Notare: i numeri dei Partiti e la Partecipazione dei Votanti.
I risultati dell'elezione del 1912 si trovano nell'ultima pagina.
-----------------

http://germanhistorydocs.ghi-dc.org/sub_document.cfm?document_id=1850

Elections to the German Reichstag (1871-1912): A Statistical Overview

The Reichstag (imperial parliament) of the German Reich was elected
by universal, equal, direct, and secret male suffrage. For most of the
imperial period, 397 deputies sat in the Reichstag, each one representing
a single constituency. In 1871, each Reichstag constituency included
about 100,000 people. But because the government and the right-wing
parties refused to redraw the constituency boundaries to reflect major
population shifts, some districts soon had many more voters than the
national average and others far fewer. To be elected to the Reichstag a
candidate needed an absolute majority. Since more than two candidates
usually contested a given constituency, it was often the case that none
secured an absolute majority. When this occurred, a second or “run-off”
ballot between the two leading vote-recipients was held a week or two
after the main election. Over the years, voter turnout increased
substantially, as the following table indicates. There was an early peak
in turnout in 1887, when 77% of eligible voters trouped to the polls – a
remarkable participation rate compared with that of many democracies
today. Here, one can measure the main political parties’ gains and
losses as they tried to cope with the demands of mobilizing voters in
the age of mass politics, though these statistics provide only a
starting point. The most important trend is the gradual erosion of
support for the two conservative parties, the relatively stable support
enjoyed by the Catholic Center Party, and the rise of the Social
Democratic Party, which won more votes than any other party from 1890
onwards and which fielded the largest single caucus in the Reichstag
after the elections of January 1912.
[snip]
Arduino
2018-08-02 17:24:04 UTC
Permalink
Post by D***@teikyopost.edu
Ricordiamoci la generazione europea che avrebbe avuto un grande
ruolo per l'espansione della Socialdemocrazia in Europa e nel
Mondo--la generazione che fu usate come carne da cannone e
mitraglia da militaristi spericolati e irresponsabili
https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Amiens_(1918)
=================
Forse i soldati tedeschi, nella loro semplicità compresero quello che i
comandanti capirono solo due mesi dopo (e i nazisti non capirono mai) Con
il progressivo arrivo di truppe americane, la Germania aveva bisogno di
vincere alla svelta. Una dura sconfitta, sia pur teoricamente riparabile,
condannava la Germania che, ormai avrebbe solo potuto prolungare
un'agonia contro una forza continuamente crescente.
--
Arduino d'Ivrea
Arduino
2018-08-03 15:03:54 UTC
Permalink
Post by D***@teikyopost.edu
Ricordiamoci la generazione europea che avrebbe avuto un grande
ruolo per l'espansione della Socialdemocrazia in Europa e nel
Mondo--la generazione che fu usate come carne da cannone e
mitraglia da militaristi spericolati e irresponsabili
Se una popolazione cresce, non credo sia la socialdemocrazia a poter
impedire le guerre.
Ritornando sull'argomento Amiens; la sera del sette agosto, il soldato,
ma anche il generale il cittadino e il politico tedesco, potevano pensare
che anche se non era andato tutto come doveva andare con le offensive
iniziate il 21 marzo, ci fosse ancora la possibilità di un colpo
offensivo risolutore, o di una netta vittoria difensiva che potesse far
dire agli avversari: Noi non riusciamo a venire avanti, però neppure voi,
quindi accordiamoci. La sera dell'otto anche un bambino poteva capire che
la guerra era persa.
Un errore dei tedeschi è stato non iniziare subito una trattativa.
--
Arduino d'Ivrea
D***@teikyopost.edu
2018-08-04 00:46:06 UTC
Permalink
Post by Arduino
Post by D***@teikyopost.edu
Ricordiamoci la generazione europea che avrebbe avuto un grande
ruolo per l'espansione della Socialdemocrazia in Europa e nel
Mondo--la generazione che fu usate come carne da cannone e
mitraglia da militaristi spericolati e irresponsabili
Se una popolazione cresce, non credo sia la socialdemocrazia a poter
impedire le guerre.
Ritornando sull'argomento Amiens; la sera del sette agosto, il soldato,
ma anche il generale il cittadino e il politico tedesco, potevano pensare
che anche se non era andato tutto come doveva andare con le offensive
iniziate il 21 marzo, ci fosse ancora la possibilità di un colpo
offensivo risolutore, o di una netta vittoria difensiva che potesse far
dire agli avversari: Noi non riusciamo a venire avanti, però neppure voi,
quindi accordiamoci. La sera dell'otto anche un bambino poteva capire che
la guerra era persa.
Un errore dei tedeschi è stato non iniziare subito una trattativa.
Quattro anni fa vidi il film "Rosa Luxemburg"

https://www.amazon.com/Rosa-Luxemburg-Import-allemand/dp/B001AAKEUA/

https://www.amazon.it/Rosa-Luxemburg-Barbara-Sukowa/dp/B001AAKEUA/

Il film comincia con Capodanno 1899. I Socialdemocratici si sono
radunati per celebrare il nuovo secolo. Al principio, Rosa parla con
August Bebel ed esprime la sua preoccupazione che fra poco scoppiera`
una guerra Europea. Bebel gli dice di non preoccuparsi--se ci provano
sara` dichiarato uno sciopero generale per tutta l'Europa, e il
tentativo di guerra sara` paralizzato.

Secondo

http://en.wikipedia.org/wiki/Rosa_Luxemburg#Before_World_War_I

<< In 1912 Luxemburg was the SPD representative at the European Socialists congresses.[20] With French socialist Jean Jaurès, she argued that European workers' parties should organize a general strike when war broke out. In 1913, she told a large meeting: "If they think we are going to lift the weapons of murder against our French and other brethren, then we shall shout: 'We will not do it!'". But in 1914, when nationalist crises in the Balkans erupted to violence and then war, there was no general strike and the SPD majority supported the war – as did the French Socialists. The Reichstag unanimously agreed to financing the war. The SPD voted in favour of that and agreed to a truce (Burgfrieden) with the Imperial government, promising to refrain from any strikes during the war. This led Luxemburg to contemplate suicide: the "revisionism" she had fought since 1899 had triumphed.[20] >>
Arduino
2018-08-04 12:59:54 UTC
Permalink
Post by D***@teikyopost.edu
Quattro anni fa vidi il film "Rosa Luxemburg"
https://www.amazon.com/Rosa-Luxemburg-Import-allemand/dp/B001AAKEUA/
https://www.amazon.it/Rosa-Luxemburg-Barbara-Sukowa/dp/B001AAKEUA/
Il film comincia con Capodanno 1899. I Socialdemocratici si sono
radunati per celebrare il nuovo secolo. Al principio, Rosa parla con
August Bebel ed esprime la sua preoccupazione che fra poco scoppiera`
una guerra Europea. Bebel gli dice di non preoccuparsi--se ci provano
sara` dichiarato uno sciopero generale per tutta l'Europa, e il
tentativo di guerra sara` paralizzato.
L'idea in sé era buona, ma aveva un solo difetto: Si poteva essere
socialisti fin che si voleva, però in una Francia occupata dai tedeschi,
socialisti o no, si sarebbero visti i sorci verdi. In una Germania occupata
degli anglofrancorussi, si sarebbero visti i sorci verdi, in....
Pertanto in pratica il messaggio che si scambiarono tacitamente tutti i
socialisti europei fu: Sciopera tu, che poi sciopero anch'io!
--
Arduino d'Ivrea
D***@teikyopost.edu
2018-08-04 19:04:03 UTC
Permalink
Post by Arduino
Post by D***@teikyopost.edu
Quattro anni fa vidi il film "Rosa Luxemburg"
https://www.amazon.com/Rosa-Luxemburg-Import-allemand/dp/B001AAKEUA/
https://www.amazon.it/Rosa-Luxemburg-Barbara-Sukowa/dp/B001AAKEUA/
Il film comincia con Capodanno 1899. I Socialdemocratici si sono
radunati per celebrare il nuovo secolo. Al principio, Rosa parla con
August Bebel ed esprime la sua preoccupazione che fra poco scoppiera`
una guerra Europea. Bebel gli dice di non preoccuparsi--se ci provano
sara` dichiarato uno sciopero generale per tutta l'Europa, e il
tentativo di guerra sara` paralizzato.
L'idea in sé era buona, ma aveva un solo difetto: Si poteva essere
socialisti fin che si voleva, però in una Francia occupata dai tedeschi,
socialisti o no, si sarebbero visti i sorci verdi. In una Germania occupata
degli anglofrancorussi, si sarebbero visti i sorci verdi, in....
Pertanto in pratica il messaggio che si scambiarono tacitamente tutti i
socialisti europei fu: Sciopera tu, che poi sciopero anch'io!
Molto vero--le idee della difesa nazionale e della "revanche" furono
molto potenti. Il povero Jean Jaurès che si oppose alla guerra fu
assassinato.
Arduino
2018-08-05 15:26:47 UTC
Permalink
Post by D***@teikyopost.edu
Molto vero--le idee della difesa nazionale e della "revanche" furono
molto potenti. Il povero Jean JaurÚs che si oppose alla guerra fu
assassinato.
I francesini, per non ammettere che non erano più quelli dei tempi di
Napoleone, e ormai dalla Germania le prendevano, con pazienza certosina hanno
unito mezzo mondo, e alla prima occasione provocato la guerra.
Idiota l'Italia che li ha assecondati.
--
Arduino d'Ivrea
Arduino
2018-08-07 11:53:02 UTC
Permalink
Post by D***@teikyopost.edu
http://en.wikipedia.org/wiki/Rosa_Luxemburg#Before_World_War_I
<< In 1912 Luxemburg was the SPD representative at the European
Socialists congresses.[20] With French socialist Jean JaurÚs, she argued
that European workers' parties should organize a general strike when war
broke out. In 1913, she told a large meeting: "If they think we are going
to lift the weapons of murder against our French and other brethren, then
we shall shout: 'We will not do it!'". But in 1914, when nationalist crises
in the Balkans erupted to violence and then war, there was no general
strike and the SPD majority supported the war – as did the French
Socialists. The Reichstag unanimously agreed to financing the war. The SPD
voted in favour of that and agreed to a truce (Burgfrieden) with the
Imperial government, promising to refrain from any strikes during the war.
This led Luxemburg to contemplate suicide: the "revisionism" she had fought
since 1899 had triumphed.[20] >>

Anche se ovviamente c'era la censura di guerra, restava in Germania una
relativa libertà di espressione. Perciò ci si avvide del disastro militare
che si preannunciava. Ci furono varie proposte per rimediare: Una diceva
che ritirandosi sul confine, si sarebbe acquisito un vantaggio tattico e
psicologico. Fu scartata perché perdendo le miniere di ferro del territorio
occupato francese, si sarebbe perso i nove decimi della produzione di
questo metallo. Un'altra proposta fu di portare in occidente tutte le
truppe ancora dislocate a est; ma questo avrebbe comportato la perdita
della Romania, senza il petrolio rumeno, le scorte sarebbero finite in sei
settimane.
Un'interessante proposta fu fatta da un industriale ebreo: quella di
svuotare gli uffici, arruolare insegnanti e tutti gli impiegati nei
mestieri non indispensabili, mobilitando in questo modo un milione di
persone. L'esercito considerò tardiva la proposta, bisognava tener conto
del tempo di addestramento, inoltre l'afflusso di persone che non avevano
mai combattuto, per un lungo periodo sarebbe stato quasi inutile.
Mentre si discuteva, i comunisti si mossero. Di peggio non potevano fare:
Con una rivolta interna, la forza di contrattazione dei plenipotenziari
tedeschi, scese a zero.
--
Arduino d'Ivrea
D***@teikyopost.edu
2018-08-09 18:40:45 UTC
Permalink
Post by Arduino
Post by D***@teikyopost.edu
http://en.wikipedia.org/wiki/Rosa_Luxemburg#Before_World_War_I
<< In 1912 Luxemburg was the SPD representative at the European
Socialists congresses.[20] With French socialist Jean JaurÚs, she argued
that European workers' parties should organize a general strike when war
broke out. In 1913, she told a large meeting: "If they think we are going
to lift the weapons of murder against our French and other brethren, then
we shall shout: 'We will not do it!'". But in 1914, when nationalist crises
in the Balkans erupted to violence and then war, there was no general
strike and the SPD majority supported the war â as did the French
Socialists. The Reichstag unanimously agreed to financing the war. The SPD
voted in favour of that and agreed to a truce (Burgfrieden) with the
Imperial government, promising to refrain from any strikes during the war.
This led Luxemburg to contemplate suicide: the "revisionism" she had fought
since 1899 had triumphed.[20] >>
Anche se ovviamente c'era la censura di guerra, restava in Germania una
relativa libertà di espressione. Perciò ci si avvide del disastro militare
che si preannunciava. Ci furono varie proposte per rimediare: Una diceva
che ritirandosi sul confine, si sarebbe acquisito un vantaggio tattico e
psicologico. Fu scartata perché perdendo le miniere di ferro del territorio
occupato francese, si sarebbe perso i nove decimi della produzione di
questo metallo. Un'altra proposta fu di portare in occidente tutte le
truppe ancora dislocate a est; ma questo avrebbe comportato la perdita
della Romania, senza il petrolio rumeno, le scorte sarebbero finite in sei
settimane.
Un'interessante proposta fu fatta da un industriale ebreo: quella di
svuotare gli uffici, arruolare insegnanti e tutti gli impiegati nei
mestieri non indispensabili, mobilitando in questo modo un milione di
persone. L'esercito considerò tardiva la proposta, bisognava tener conto
del tempo di addestramento, inoltre l'afflusso di persone che non avevano
mai combattuto, per un lungo periodo sarebbe stato quasi inutile.
Con una rivolta interna, la forza di contrattazione dei plenipotenziari
tedeschi, scese a zero.
La brutta fine fu prevista da Helmuth von Molke (il giovane), dopo
la battaglia della Marna, nella lettera scritta a sua moglie il 9
settembre 1914, una copia della quale si trova a

https://archive.org/stream/erinnerungenbrie00byumolt#page/384/mode/2up

Moltke scrisse che la battaglia non era andata bene, che adesso
dovevano combattare a due fronti, e che avrebbero dovuto pagare
per il danno che avevano fatto.

Suo zio, von Moltke il vecchio, aveva lasciato un piano militare
difensivo in caso di una guerra a due fronti--la frontiera di Elsass
sarebbe stata difesa con minimi eserciti, mentre le forze maggiori
avrebbero affrontato la Russia. Questo piano fu abbandonata dai
suoi succesori.

Lo storico inglese A.J.P Taylor, a pag. 264 del libro "Bismarck, the
Man and the Statesman"

https://books.google.com/books?id=ILpoS0S3KisC&pg=PA264#v=onepage&q&f=false

scrive dell'avviso che Bismarck diede a Guglielmo II nel dicembre 1897.

Dopo del quale, Bismarck disse: "Jena came twenty years after the death
of Frederick the Great; the crash will come twenty years after my
departure if things go on like this." (Jena venne venti anni dopo la
morte di Federico il Grande; il crollo verra` venti anni dopo la mia
morte se le cose continueranno cosi`.)
Arduino
2018-08-11 08:07:53 UTC
Permalink
Post by D***@teikyopost.edu
La brutta fine fu prevista da Helmuth von Molke (il giovane), dopo
la battaglia della Marna, nella lettera scritta a sua moglie il 9
settembre 1914, una copia della quale si trova a
https://archive.org/stream/erinnerungenbrie00byumolt#page/384/mode/2up
Moltke scrisse che la battaglia non era andata bene, che adesso
dovevano combattare a due fronti, e che avrebbero dovuto pagare
per il danno che avevano fatto.
Suo zio, von Moltke il vecchio, aveva lasciato un piano militare
difensivo in caso di una guerra a due fronti--la frontiera di Elsass
sarebbe stata difesa con minimi eserciti, mentre le forze maggiori
avrebbero affrontato la Russia. Questo piano fu abbandonata dai
suoi succesori.
Nel libro "I Cannoni di agosto" di Barbara Tuchman, è descritto che il Kaiser
aveva chiesto che si inviasse l'esercito solo a oriente per aiutare l'Austria,
con invio a occidente di solo i reparti difensivi necessari nel caso la Francia
fosse intervenuta. Lo Stato Maggiore, in un delirio di onnipotenza, mentendo
gli rispose che non era possibile, i piani erano strutturati per mobilitare il
grosso delle truppe a occidente, invertendo i piani, dissero, si sarebbe creato
un caos generale, ufficiali senza truppe, truppe senza superiori. Non era vero,
esisteva anche un piano di massima mobilitazione a oriente, ma fu tenuto
nascosto. A quel punto bisognava arrivare rapidamente a Parigi, fallito
l'obbiettivo, la guerra era persa. hitler, seppure a posteriori fece la giusta
analisi: si scontravano le risorse della piccola Germania, contro le ben
maggiori risorse dell'intesa. Von Moltke se ne accorse, se ne avvide anche
Vittorio Emanuele III che seppur sbagliando i tempi si precipitò a far bottino,
se ne accorsero gli inglesi che infatti posero sul piatto la richiesta dei
danni di guerra, apprestandosi a far durare più a lungo il possibile il
conflitto.
L'Alto comando tedesco non se ne avvide, e quando nel marzo del 1917, sarebbe
bastato dare l'ordine ai sommergibili di non attaccare le navi americane e
aspettare il crollo della Russia, bruciarono l'occasione.
Post by D***@teikyopost.edu
Lo storico inglese A.J.P Taylor, a pag. 264 del libro "Bismarck, the
Man and the Statesman"
https://books.google.com/books?id=ILpoS0S3KisC&pg=PA264#v=onepage&q&f=false
scrive dell'avviso che Bismarck diede a Guglielmo II nel dicembre 1897.
(Jena venne venti anni dopo la
Post by D***@teikyopost.edu
morte di Federico il Grande; il crollo verra` venti anni dopo la mia
morte se le cose continueranno cosi`.)
Aveva ragione Bismarck, ma per capirlo i tedeschi aspettarono il disastro.
--
Arduino d'Ivrea
Loading...