Discussione:
9 Settembre: il giorno più nero per Mussolini
(troppo vecchio per rispondere)
Arduino
2018-12-21 15:28:24 UTC
Permalink
Sicuramente il nove settembre, per quel che poteva captare con la sua
radio sul Gran Sasso, Mussolini avrà fatto il "tifo" per i tedeschi che
in poche ore stavano conquistando l'Italia.
Però, se gli fosse stato possibile usare un: senno di poi, avrebbe
dovuto augurarsi che l'armata tedesca in Italia si disfacesse, che in
concomitanza ci fosse un disastroso sfondamento sovietico e...
Probabilmente (o forse; non è detto) avrebbe perduto qualche mese di
vita, ma in compenso, a sapere che l'Italia pesava come il due di
picche, che combattesse o meno al fianco della Germania era del tutto
ininfluente, e che il crollo tedesco in concomitanza con la resa
italiana era solo una coincidenza casuale, saremmo stati solo alcuni
appassionati su questo ng.
Per il cittadino medio (tutti) non solo in Italia, la percezione invece
sarebbe stata che l'Italia fosse un'importante componente
dell'alleanza, a con la sua resa avesse trascinato nel crollo anche la
Germania.
Andando invece come è andata, è apparso chiaro anche al volgo più
ignorante, che la costruzione di Mussolini era di cartapesta.
--
Arduino d'Ivrea
b***@gmail.com
2018-12-21 23:10:04 UTC
Permalink
La costruzione di mussolini era bombardata aveva migliaia di soldati prigionieri e morti aveva dovuto chiedere aiuto a hitler x le gravi difficoltà incontrate in grecia in nord africa un fallimento politico e militare non erano neanche stati in grado di invadere malta.... E mussolini incontrava i generali tutti i giorni che si dicevano....
Arduino
2018-12-22 09:08:31 UTC
Permalink
Post by b***@gmail.com
La costruzione di mussolini era bombardata aveva migliaia di soldati
prigionieri e morti aveva dovuto chiedere aiuto a hitler x le gravi
difficoltà incontrate in grecia in nord africa un fallimento politico e
militare non erano neanche stati in grado di invadere malta.... E
mussolini incontrava i generali tutti i giorni che si dicevano....
Parto da Malta: Se l'Impero Inglese, aveva preso come basi Malta e
Gibilterra, e non, per esempio, Lampedusa, Pantelleria o Cadice, è perché
erano leggermente imprendibili.
Quanto ai bombardamenti, ne avevamo subito solo una minima parte di
quelli subiti dalla Germania, che era ancora ben in piedi. Riguardo ai
morti eravamo a poco più di un decimo di quelli della prima guerra
mondiale.
Vero, c'erano le sconfitte; ma, lasciati trascorrere un paio di anni, si
fa alla svelta a vincere la guerra nelle osterie (Nel 1918 la Germania ha
subito una delle sconfitte più totali, dopo quindici anni erano tutti
convinti che bastava non arrendersi per conseguire una strepitosa
vittoria)
Quindi, bastava che la Germania crollasse in contemporanea con l'Italia,
o quasi, ed era fatta. Certo che con la Germania che si era quasi messa
ad andar meglio senza l'Italia, neppure nelle osterie ci si poteva più
spacciare per intrepidi guerrieri.
--
Arduino d'Ivrea
Loading...