Discussione:
Il Velo di Maya
(troppo vecchio per rispondere)
Nicholas Parfit
2018-02-21 12:47:56 UTC
Permalink
Raw Message
Buongiorno, questo post è una informazione pubblicitaria realizzata da
un essere umano autonomo, ovverosia nessuno mi paga. Se pensate di
essere infastiditi al punto da avere incubi la notte vi consiglio di
applicare un filtro sul mio nome, non vi farò malmenare, lo giuro. Il
mio problema è il seguente, ho scritto un libro che penso sia
interessante, penso sappiate tutti che ogni scarrafone è bello a mamma
soia e papà mais, e che è in autopubblicazione su Amazon (come penso
abbiate capito questo spam è teso alla vendita di quel libro lì).

Mi picco di volervi disturbare per un motivo ben preciso, in quel libro
sono riportate tesi controverse che io penso meritino un certo
dibattito, esse sono state riportate in forma di thriller, e più che la
relativa scarsa diffusione del libro, dovuta a motivi di cui parlerò
oltre, quello che un pò mi irrita è che non ci sia questa discussione.

Infatti, quello che penso sia il primo fan della mia vita, e che mi ha
scritto sul mio profilo FB entusiasta del mio libro al quale, dice lui,
ha fatto una pubblicità sfrenata, voleva proprio iniziare una cosa del
genere, una specie di dibattito a due su quello che avevo scritto. Altre
due persone che hanno lasciato una stringatissima recensione hanno
invece optato per l'opposto, hanno messo una stella facendo capire, tra
le poche parole espresse, che sapevano poco e nulla di quello di cui
parlavo.

E qui si viene alle note dolenti, ovverosia alla schiavitù
dell'algoritmo scritto male. Il mio libro è stato iscritto a un
programma che si chiama Kindle Unlimited, con un abbonamento di 9,99€
l'utente può scaricare millemila libri, una specie di all-you-can-eat
editoriale, l'autore viene poi pagato a pagina letta. Ora io ho la netta
impressione che una buona quota di quelli che iniziano a leggere il mio
libro attraverso il KU poi lo leggono fino in fondo. Questo è molto
importante perchè è accaduto a tutti di iniziare a leggere un libro e
non riuscire a finirlo, io immagino che se avessi quell'abbonamento, per
valorizzarlo al massimo, smetterei di leggere un libro che non mi prende
dalle prime 70-80 pagine, e passerei al successivo. Purtroppo credo che
Amazon non abbia capito questo fatto dando più preminenza alle stellette
e forse men che zero alla lettura completa, che è ciò che fa capire se
un libro vale. Ecco quindi perchè l'algoritmo non lo propone come
suggerimento.

Fino ad oggi calcolo che forse 400 ± 50 utenti possano aver letto il mio
libro per intero, considerato che ogni anno si pubblicano 60.000 titoli
di cui la metà vende zero o una copia il mio è un piccolo risultato.
Essendo quindi venuto a sapere dell'esistenza di questo settore della
rete, Usenet, dove c'è la possibilità di interagire dialetticamente con
un certo numero di persone, forse anche meglio che su FB dove il dialogo
è molto limitato, vorrei approfittarne per spammare un pò visto che il
difetto principale del mio libro è che gli manca un certo traino
pubblicitario che lo porti verso il pubblico adatto, tipo il mio primo
fan di cui dicevo sopra. Quindi, per invogliarvi a valutare di
acquistare un ebook di 3€, vi do un primo sito dove potete sapere di
cosa parla il mio libro così da farvi una idea, questo

http://ilvelodimaya1321.altervista.org/

e il link diretto alla pagina di Amazon

https://www.amazon.it/dp/B01G5L1FJM

Se volete ribellarvi alla schiavitù dell'algoritmo si tratta di un
giornale più cornetto e cappuccino.
Grazie di aver letto fin qui e alla prossima
Maurizio Pistone
2018-02-21 13:03:47 UTC
Permalink
Raw Message
...
il titolo è molto originale, immagino che il libro non sia da meno

=====

anche firmarsi "nospam" per inviare un messaggio di spam è sicuro segno
di signorilità
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Nicholas Parfit
2018-02-21 21:04:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
il titolo è molto originale
Noto una certa nota ironica
Post by Maurizio Pistone
immagino che il libro non sia da meno
Sono 3€ se dispone dei mezzi tecnologici adeguati, conto Amazon e
lettore, Kindle o tablet. Poi mi faccia sapere
Arduino
2018-02-22 14:22:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nicholas Parfit
Se volete ribellarvi alla schiavitù dell'algoritmo si tratta di un
giornale più cornetto e cappuccino.
Grazie di aver letto fin qui e alla prossima
Un consiglio che do a tutti è di essere brevi. se racconti la storia
dell'orso, il 90% dei lettori ti abbandona.
Ciò riguarda ovviamente il thread che hai aperto qui, e non il libro, per
il quale ovviamente vale altro criterio.
Per esperienza ti posso confermare che per un debuttante vendere attorno
alle 400 è buono.
Riguardo alle tue tesi, avevo letto un articolo che parlava del tuo
libro.
Debbo dire che sono molto suggestive, e pur non condividendole mi
congratulo per la potenza immaginifica.
Quanto alle tesi, brevissimamente: La scienza all'epoca era distante anni
luce dall'elaborare il concetto di fotografia. Inoltre la genialità di
Leonardo, era enorme, ma è stata esagerata. Le chiuse esistevano a Milano
50 anni prima che lui arrivasse (La prima fu fatta sul piccolo corso
d'acqua che va da Cusago superiore a Cusago inferiore)La sua
mitragliatrice è cervellotica, e difatti nessuno l'ha costruita, il suo
carro armato non sarebbe riuscito a muoversi, il suo elicottero avrebbe
fatto girare come una trottola i passeggeri.
Per cui, se avesse voluto realizzare un falso della Sindone, a questo
livello non arrivava.
--
Arduino d'Ivrea
Nicholas Parfit
2018-02-22 23:14:48 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Arduino
Riguardo alle tue tesi, avevo letto un articolo che parlava del tuo
libro.
Debbo dire che sono molto suggestive, e pur non condividendole mi
congratulo per la potenza immaginifica.
Grazie, era proprio questo il mio obiettivo, non a caso ho scelto la
forma del thriller e non del saggio. Mi congratulo con te che hai capito
il senso del mio messaggio, non è facile come sembra
Post by Arduino
Per cui, se avesse voluto realizzare un falso della Sindone, a questo
livello non arrivava.
E invece ci è riuscito, ha trovato anche il modo di firmare il telo,
apri questo sito

http://www.iro.umontreal.ca/~latendre/shroud/sindoneImg.html

Scrollalo fino in fondo, sei arrivato alla macchia di sangue dei piedi?
Bene, noterai come un pò in basso, verso destra, c'è una macchia di
sangue che sembra un "17". Potrai dire che è pareidolia ma se io la uso
come riferimento per misurare l'altezza trovo che l'Uomo della Sindone
ha le stesse proporzioni dell'Uomo Vitruviano, Una coincidenza? Vabbene
credere agli angeli e alle fate ma qui signori si sta esagerando...

P.S.
Quella macchia è a forma di "17" perchè era l'unica proporzione che
Leonardo non poteva inserire sul telo sindonico, nel disegno oggi
conservato a Venezia c'è scritto "il piè fia la sectima parte dell'omo",
ovverosia 1/7, basta che togli la stanghetta ed avrai "17"
Arduino
2018-02-23 16:13:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nicholas Parfit
Post by Arduino
Per cui, se avesse voluto realizzare un falso della Sindone, a questo
livello non arrivava.
E invece ci è riuscito, ha trovato anche il modo di firmare il telo,
apri questo sito
Riprenderemo il discorso. Per adesso ti rimando in alto per metterti sopra
il tarato che continua a riproporre il suo filmato idiota.
--
Arduino d'Ivrea
Nicholas Parfit
2018-02-23 23:37:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Arduino
Post by Nicholas Parfit
Post by Arduino
Per cui, se avesse voluto realizzare un falso della Sindone, a questo
livello non arrivava.
E invece ci è riuscito, ha trovato anche il modo di firmare il telo,
apri questo sito
Riprenderemo il discorso.
Facciamo come le tre scimmiette? Il "17" si vede abbastanza chiaramente
sia nella foto di Enrie del 1931 che in quella del restauro del 2002,
non si vede in quella di Pia del 1898 perché la tecnologia di cui
disponeva non consentiva alte risoluzioni. Aspetta un attimo...fammi
rimettere il sito così qualche scettico magari si convince

http://www.iro.umontreal.ca/~latendre/shroud/shroudCal.html

Il manufatto più studiato della storia, si calcola che ci abbiano speso
tra 100 e 150mila ore-lavoro a studiarlo e quella macchia di sangue a
forma di "17" non l'ha vista mai nessuno!!! Chiaramente la firma di
Leonardo come dimostro nel libro
Maurizio Pistone
2018-02-24 10:20:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nicholas Parfit
Il manufatto più studiato della storia, si calcola che ci abbiano speso
tra 100 e 150mila ore-lavoro a studiarlo e quella macchia di sangue a
forma di "17" non l'ha vista mai nessuno!!! Chiaramente la firma di
Leonardo come dimostro nel libro
non sarebbe più semplice dire che si tratta di un manufatto
extraterrestre, così ci togliamo il problema?
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Bhisma
2018-02-24 10:27:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
non sarebbe più semplice dire che si tratta di un manufatto
extraterrestre, così ci togliamo il problema?
Non ci scordiamo che secondo Columbro e Biglino Gesù Cristo era un
alieno, con ogni evidenza un Elohim, uno di quegli extraterrestri che
hanno creato l'Homo Sapiens. Il conto tornerebbe <g>
Nicholas Parfit
2018-02-24 18:18:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Nicholas Parfit
Il manufatto più studiato della storia, si calcola che ci abbiano speso
tra 100 e 150mila ore-lavoro a studiarlo e quella macchia di sangue a
forma di "17" non l'ha vista mai nessuno!!! Chiaramente la firma di
Leonardo come dimostro nel libro
non sarebbe più semplice dire che si tratta di un manufatto
extraterrestre, così ci togliamo il problema?
Ci sono due ipotesi

1) l'ha fatta Leonardo che si è stato zitto per ovvi motivi, troppi
erano i vantaggi che ne traeva, ma ha lo stesso trovato il modo di
farcelo sapere riuscendo a "firmare" il telo

2) è autentica, nel momento della Resurrezione una energia che non è di
questo mondo si è emanata dal corpo di Gesù impreimendo la su immagine
sul telo come se fosse un negativo fotografico senza che se ne sapesse
niente per 1300 anni e contraddicendo anche le Sacre Scritture

Tra le due ipotesi la prima sarebbe quella farlocca mentre la seconda è
quella plausibile? Davvero?
Arduino
2018-02-24 18:47:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nicholas Parfit
senza che se ne sapesse
niente per 1300 anni e contraddicendo anche le Sacre Scritture
Tra le due ipotesi la prima sarebbe quella farlocca mentre la seconda è
quella plausibile? Davvero?
La prima testimonianza certa di un immagine acheropita (non fatta da mani
d'uomo) A Edessa è del 544 dC.
--
Arduino d'Ivrea
Nicholas Parfit
2018-02-24 19:14:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Arduino
Post by Nicholas Parfit
senza che se ne sapesse
niente per 1300 anni e contraddicendo anche le Sacre Scritture
Tra le due ipotesi la prima sarebbe quella farlocca mentre la seconda è
quella plausibile? Davvero?
La prima testimonianza certa di un immagine acheropita (non fatta da mani
d'uomo) A Edessa è del 544 dC.
Quindi l'ipotesi della energia extradimensionale è quella plausibile
mentre quella del negativo fotografico scattato da Leonardo è da
ricovero in clinica
Arduino
2018-02-24 23:37:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nicholas Parfit
Quindi l'ipotesi della energia extradimensionale è quella plausibile
mentre quella del negativo fotografico scattato da Leonardo è da
ricovero in clinica
Perciò quello da ricoverare in clinica sarei io??
Ti pregherei di lasciar stare cliniche e vittimismo.
Del tutto legittimamente difendi la tesi del tuo libro, così come io
altrettanto legittimamente esprimo l'opinione che uno che non sapeva niente di
fotografia, non poteva eseguire un ritratto di quel livello.
Parimenti esprimo la certezza che il Mandylon era presente a Edessa nel 544.
--
Arduino d'Ivrea
Nicholas Parfit
2018-02-25 16:43:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Arduino
Post by Nicholas Parfit
Quindi l'ipotesi della energia extradimensionale è quella plausibile
mentre quella del negativo fotografico scattato da Leonardo è da
ricovero in clinica
Perciò quello da ricoverare in clinica sarei io??
Secondo il prinicipio di Occam solo sopo che Leonardo lo si è escluso
del tutto si può prendere in considerazione l'ipotesi dell'energia
extradimensionale. Cosa questa che a me non dispiacerebbe, avere una
prova fisica e tangibile dell'esistenza dell'aldilà pensi che mi faccia
schifo? Mi immagino solo il destino infernale che aspetta quelli che
tagliarono un pezzo del telo per farci l'analisi al C-14, come si sono
permessi di profanare l'immagine del Salvatore?
Post by Arduino
Del tutto legittimamente difendi la tesi del tuo libro, così come io
altrettanto legittimamente esprimo l'opinione che uno che non sapeva niente di
fotografia, non poteva eseguire un ritratto di quel livello
La Sindone dimostra che Leonardo aveva iniziato studi, anche di un certo
livello, sul processo fotografico. Non è che non sapeva niente perché
nessuno glielo aveva insegnato, inizia lui a scoprirlo
Post by Arduino
Parimenti esprimo la certezza che il Mandylon era presente a Edessa nel 544.
Ma quella è tuttta un'altra vicenda che a che fare con le lotte
iconoclaste. Tra l'altro quella è una prova ulteriore della falsità
della Sindone, se ci fosse stata una immagine prodotta dallo stesso
Salvatore gli avversari degli iconoclasti la avrebbero usata a manetta
"guardate, è lo stesso Cristo che ci ha dato la sua immagine qui stampata"

P.S.
Preso in considerazione l'ipotesi di stampare una copia della sindone,
tipo la foto di Enrie, e di tirare una linea tangente sotto il "17" e
poi una che intercetti la parte dritta della linea che va sopra il capo?
Consiglio però una al negativo col "17" non rovesciato. Una volta fatto
questo si prendono diversi punti di riferimento, diverse linee presenti
sulla sindone, e si inizia a vedere se sono congruenti con quello che si
legge qui

Tanto apre l'omo nele braccia, quanto ella sua altezza.
Dal nasscimento de chapegli al fine di sotto del mento è il decimo
dell'altez(z)a del(l)'uomo. Dal di sotto del mento alla som(m)i-
tà del chapo he l'octavo dell'altez(z)a dell'omo. Dal di sopra del petto
alla som(m)ità del chapo fia il sexto dell'omo. Dal di so-
pra del petto al nasscimento de chapegli fia la settima parte di tutto
l'omo. Dalle tette al di sopra del chapo fia
la quarta parte dell'omo. La mag(g)iore larg(h)ez(z)a delle spalli
chontiene insè [la oct] la quarta parte dell'omo. Dal go-
mito alla punta della mano fia la quarta parte dell'omo, da esso gomito
al termine della isspalla fia la octava
parte d'esso omo; tutta la mano fia la decima parte dell'omo. Il membro
virile nasscie nel mez(z)o dell'omo. Il
piè fia la sectima parte dell'omo. Dal di sotto del piè al di sotto del
ginochio fia la quarta parte dell'omo.
Dal di sotto del ginochio al nasscime(n)to del membro fia la quarta
parte dell'omo. Le parti chessi truovano infra
il mento e 'l naso e 'l nasscimento de chapegli e quel de cigli
ciasscuno spatio perse essimile alloreche è 'l terzo del volto

Solo le proporzioni che riguardano punti di riferimento che dovevano
trovarsi dove oggi ci sono i buchi causati dall'incendio non si trovano,
tutte le altre, ben 8 più una se si pensa che il piede di lato (Il piè
fia la sectima parte dell'omo) non poteva essere inserito, sono
presenti. C'è questa possibilità che ti stampi una copia e verifichi da te?
Arduino
2018-02-26 14:56:13 UTC
Permalink
Raw Message
Secondo il prinicipio di Occam dolo sopo che Leonardo lo si è escluso
del tutto si può prendere in considerazione l'ipotesi dell'energia
extradimensionale.
Riconosco la suggestione delle tue tesi, e ti auguro ampia vendita del tuo
libro. Quanto al rasoio di Occam, sono convinto sia a mio favore; Più semplice
un miracolo che realizzare un qualcosa che sarebbe complicato anche per i
fotografi moderni.
(Quanto all'iconoclastia, indipendentemente dai ragionamenti che se ne possono
trarre, il Mandylon esisteva all'epoca, a meno di ipotizzare: Un telo ad
Edessa,poi scomparso. Uno a Costantinopoli, scomparso o portato in Francia, che
poi sarebbe stato fatto sparire da Leonardo che lo avrebbe sostituito con la
sua opera.)
--
Arduino d'Ivrea
Nicholas Parfit
2018-02-26 16:29:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Arduino
Quanto al rasoio di Occam, sono convinto sia a mio favore; Più semplice
un miracolo che realizzare un qualcosa che sarebbe complicato anche per i
fotografi moderni
?!
Curiosissima affermazione. Non è affatto complicato, ci vogliono due
lenti di quarzo, facili da ottenere dal quarzo grezzo, si immerge il
lino in una soluzione di sali di argento, quasi sicuramente nitrato di
argento, disponibile nel Medio Evo, si stende il lino dentro la camera
oscura e all'esterno si pone il soggetto da fotografare, una statua in
gesso. Si illumina la statua in gesso con degli specchi riflettenti e
dopo X ore di esposizione compare una immagine sul lino. Per rimuovere i
sali non usati si lava il lino in una soluzione di sali di ammonio, tra
l'altro nel libro dico che MONA LISA può essere anagrammato come SALI
AMON, un'altro indizio che Leonardo ci trasmette per dirci di averla
fatta lui. Fin qui il processo è stato provato, non hanno pensato a
mettere due lenti invece che una e per questo fatto non hanno provato la
tridimensionalità. Manca ancora di spiegare il mistero della scomparsa
di tutto l'argento, compreso quello che fuse e che causò i buchi poi
rattoppati dalle clarisse. Probabilmente il lino fu lavato dopo
l'incendio col salnitro, lo ione nitrato si legò all'argento rimasto e
fu poi lavato via col risciacquo. Questo processo sarebbe complicato?!?!
Davvero?
Post by Arduino
(Quanto all'iconoclastia, indipendentemente dai ragionamenti che se ne possono
trarre, il Mandylon esisteva all'epoca, a meno di ipotizzare: Un telo ad
Edessa,poi scomparso. Uno a Costantinopoli, scomparso o portato in Francia, che
poi sarebbe stato fatto sparire da Leonardo che lo avrebbe sostituito con la
sua opera.)
No, io nel libro non dico affatto che Leonardo "sostituì" il telo, io
dico una cosa ben specifica. Io dico che i Savoia, che erano imparentati
con gli Sforza e si recavano periodicamente a Milano, quasi sicuramente
chiesero un consulto a Leonardo se poteva fare qualcosa di meglio del
telo che essi avevano e che non poteva essere esposto senza uno che
dicesse ad alta voce che quello non era il Santo Sudario di Nostro
Signore Gesù Cristo. Quando Leonardo fece vedere loro che era possibile
ottenere una immagine col processo fotografico invece che colla pittura
i Savoia provvedettero a distruggere il telo che avevano acquistato
dagli Charny.

Lo schema è il seguente

1) I Savoia chiedono un consulto a Leonardo
2) Leonardo mostra loro il processo fotografico
3) I Savoia incaricano Leonardo una volta convinti
4) Leonardo chiede loro un lino che sia "abbastanza vecchio"
5) In una data compresa tra il 1490 e il 1492 Leonardo scatta la foto
6) Il telo acquistato dagli Charny è distrutto
7) Nel 1506 la Chiesa revoca il divieto di venerare il telo
8) Da quel momento la Sindone viene mostrata ogni 4 di Maggio

Tutto quello mostrato sopra è tecnicamente possibile, se uno è
minimamente convinto di quello schema capirà al volo perché Leonardo si
stette zitto, ma trovò lo stesso un modo di farci sapere di essere lui
l'autore, addirittura riuscì anche a firmare il telo con una macchia di
sangue a forma di "17" che si trova vicino alla macchia di sangue dei
piedi. Nella foto di Enrie si vede bella grossa!!!

http://www.iro.umontreal.ca/~latendre/shroud/enrieImg.html
Arduino
2018-03-11 09:38:54 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nicholas Parfit
?!
Curiosissima affermazione. Non è affatto complicato, ci vogliono due
lenti di quarzo, facili da ottenere dal quarzo grezzo, si immerge il
lino in una soluzione di sali di argento, quasi sicuramente nitrato di
argento, ...
Guarda: Ti permetto ulteriore pubblicità riportandoti in testa:
Pur non credendoci personalmente, in via ipotetica potrei ammettere che a un
tale che neppure sapeva potesse esistere la fotografia, gli venisse in mente un
sistema per farla, con un colpo di fortuna o in seguito a svariati esperimenti
abbia trovato il modo di fissare l'immagine, abbia scolpito l'immagine della
Sindone e l'abbia poi fotografata (Il tutto senza che nessuno si accorgesse di
niente, prendesse nota di strani esperimenti) La consegnasse ai Savoja, che
avrebbero distrutto la vecchia immagine di Edessa, per sostituirla con un telo
più realistico. Non so su quanti miliardi, ma una simile ipotesi sarebbe
possibile. ... Ma se me la metti come facile, non siamo d'accordo;))
--
Arduino d'Ivrea
Loading...